EMU70
EMU70

70 ANNI
di Arredi da esterno Made in Italy

Un lungo percorso fatto di Innovazione, Qualità, Sostenibilità e Vocazione Internazionale.

1951

Erano gli anni ‘50 del ‘900, si doveva ricominciare contando sulla buona volontà delle persone e sulla loro capacità di mettersi in gioco. Un foglio bianco, una situazione di stallo economico, che non spaventò chi con fantasia seppe reinventarsi. L’iniziativa per EMU fu presa nel 1951 dai fratelli Aldo e Angelo Biscarini e dal cognato Dante Menconi, che nella piccola Marsciano, territorio legato all’agricoltura e all’industria del laterizio, fecero nascere l’Elettro-Meccanica Umbra. La piccola azienda produceva apparati di trasmissione per uso militare contando sull’esperienza e le capacità dei suoi fondatori. I fratelli Biscarini erano stati ufficiali delle radio – trasmissioni in Africa durante la II Guerra Mondiale, Menconi contribuiva quale esperto di meccanica.

I tre fondatori: Dante Menconi, Aldo e Angelo Biscarini

’60 – ’70

Sul finire degli anni ’50 le commesse di telecomunicazioni militari vengono abbandonate per dare pieno spazio alla domanda del boom economico.

La EMU combinando le sue caratteristiche con quelle del nuovo mercato riconvertì la produzione ad arredamento. Nei primi anni la produzione varia dagli arredi scolastici, ai mobili per ufficio, sperimentando e perfezionando la finitura in PVC fino alla realizzazione del primo impianto di plastificazione in Italia. Questa protezione del materiale rendeva gli oggetti adatti all’uso esterno e all’esposizione alle intemperie.

Sdraio Bahama, 1970

La poltroncina Rio fu uno dei maggiori successi dell’azienda, per tutto il decennio dal 1960 al 1970 era stata catalogata come prodotto da giardino, fino a quando nei primi anni ’70, due importanti operatori americani fecero un grosso ordine per i loro magazzini, proponendo la Rio, nella campagna pubblicitaria, come una poltroncina che per le sue forme essenziali, risulta adatta a qualsisia ambiente e non esclusivamente al giardino. In questo modo il modello superò il mezzo milione di pezzi venduti all’anno ed ebbe una diffusione incredibile. Un progetto nato in un piccolo paese dell’Umbria arrivò in bella mostra al Rockfeller Center, sullo storico battello Mark Twain, finì sulla copertina del vinile di Lucio Battisti “Una donna per amico” e vi si sederono un’infinità di campioni dello sport. La Rio fu una tendenza azzeccata, un colpo eccitante, continuando ad essere un “best-seller” per anni.

La Rio nella copertina del disco di Lucio Battisti “Una donna per amico”, 1978

’80 e ’90

Nel 1984 viene inaugurato il nuovo stabilimento di Schiavo di 50.000 metri quadrati. La partnership con IKEA fu uno snodo fondamentale per la storia della EMU e durò per tutti gli anni ’80- ’90 consentendo lo sviluppo dei grandi impianti produttivi automatizzati e la distribuzione internazionale.

Stabilimento EMU

2000

Vennero poi alcuni anni di crisi, superati grazie all’impegno di un team di professionisti amici della EMU, Riccardo, Jan, Aldo, portatori tra il 90 ed il 2000 di una ulteriore internazionalizzazione e prodotti di grande semplicità ed efficacia. Il cambio di gestione portò una nuova spinta creativa, Aldo Ciabatti fu l’artefice del rinnovamento stilistico delle collezioni in ferro, uno dei primi prodotti fu la sedia “Ronda” del 1996, che andava a prendere il posto tanto ambito della Rio, a distanza di quasi vent’anni.

Venne fatto un primo passo verso una strategia di diversificazione industriale e commerciale, reintroducendo le collezioni in legno e adottando le più avanzate tecnologie di finitura del metallo con il nuovo impianto di cataforesi, in funzione dal 2000.

Poltroncine Ronda

2005

Nel 2005 il pacchetto di maggioranza EMU viene acquisito dal fondo L Capital del gruppo francese del lusso LVMH. In questo periodo l’azienda entra in collaborazione con impor tanti designer come Christophe Pillet, Rodolfo Dordoni, Paola Navone, Patricia Urquiola e altri che hanno dato all’azienda un nuovo respiro aprendogli le porte alla fascia di mercato del “lusso accessibile”. Un grande investimento di Ricerca e tecnica che portano l’azienda a capire l’importanza che il disegno e il progetto hanno assunto nella produzione industriale, posizionando EMU su un gradino superiore. Dal 2007 nelle copertine delle più importanti riviste internazionali troviamo le collezioni Round, Heaven, Retrouvè, Nef, tutte caratterizzate da una nuova interpretazione del metallo e sulle possibilità di manipolazione dello stesso.

Collezione Re-Trouvé by Patricia Urquiola

2017

Nel 2017 la famiglia Biscarini, storici fondatori, insieme al management aziendale, rilevano il 100% delle azioni. Nel Maggio del 2018 viene inaugurato il nuovo Design&Simulation Centre, fortemente voluto dalla nuova compagine aziendale e nato per valorizzare il lavoro di ricerca sul prodotto e l’impiego dei prodotti stessi nei diversi contesti. Un elemento di grande importanza per l’azienda, che da anni collabora con designers e giovani emergenti, parte integrante di un più ampio progetto di sviluppo del marchio. Il nuovo Centro del design si pone quindi l’obiettivo non solo di valorizzare il prodotto, integrandolo nei naturali contesti indoor & outdoor a cui è destinato, ma anche quello di offrire uno strumento di accoglienza alla forza vendita, che ha così la possibilità di fornire ai clienti una visione quanto più realistica del risultato finale; infine, il Centro vuole dare nuovo impulso alle attività di ricerca e sviluppo dell’attuale reparto di progettazione, in uno spazio dove tecnici, designers e giovani del mondo accademico possano trovare ispirazioni per la continua evoluzione di processi e prodotti.

Design & Simulation Centre EMU

2021

70 anni di avventure , innovazioni entusiasmanti e qualche sofferenza, con la costante determinazione di tutto il personale a realizzare prodotti funzionali e di durata insuperabile, coerenti con la cultura del proprio territorio, da sempre.. e per sempre!

Nascono così collezioni ricche di un mix equilibrato di design, funzionalità, tecnologia, abilità manifatturiera e rispetto dell’ambiente. Ambienti open air dall’autentico stile made in Italy, tra comfort, convivialità e relax, in cui incontrarsi e condividere l’arte di vivere il giardino all’italiana.

Stabilimento EMU, 2021

Il nostro impegno

La nostra qualità tutta italiana

Pretendere il meglio a livello qualitativo, ricercare la perfezione dei dettagli, avere una mentalità innovativa: queste sono da sempre le linee guida di EMU. L’azienda realizza e controlla tutte le fasi della produzione sia nel suo stabilimento di Marsciano, nel cuore dell’Umbria, sia presiedendo a tutte le fasi di lavorazione nelle diverse sedi dell’indotto, in un network integrato secondo i più moderni modelli di organizzazione produttiva. Un rigoroso monitoraggio, dai test durante le fasi di progettazione e lavorazione ai processi di cataforesi e verniciatura, fino ad arrivare alla validazione del prodotto finito. L’indiscutibile qualità dei suoi prodotti è il risultato del perfetto connubio tra tecnologia e capitale umano, un vero patrimonio inestimabile dato dalla passione e dal saper fare delle persone. Ed è proprio questo saper fare e lo storico know how dell’azienda nella lavorazione del metallo, a garantire un lungo ciclo di vita dei prodotti e la loro massima resistenza agli agenti atmosferici. Nascono così icone di design senza tempo che da sempre abitano i nostri giardini. EMU ci accoglie in ambienti openair dall’autentico stile made in Italy, tra comfort, convivialità e relax, in cui incontrarsi e condividere l’arte di vivere il giardino all’italiana.

Sostenibilità dal Cuore Verde

Siamo nati e cresciuti nel verde, l’attenzione e l’amore per l’ambiente è nel nostro DNA. Abbiamo sempre avuto cura del nostro territorio: l’Umbria, Cuore Verde d’Italia. L’amore per la nostra terra e l’attaccamento all’azienda sono valori che da sempre tramandiamo di generazione in generazione, di padre in figlio. Questa familiarità ci ha permesso di preservare e perfezionare il nostro mestiere. Realizzare prodotti durevoli, sia dal punto di vista estetico che di resistenza, è uno degli elementi chiave per garantire la sostenibilità. Per questo l’attenzione che EMU pone verso l’ambiente copre l’intero ciclo di vita del prodotto, dall’impiego di materiali riciclabili al 100% ed incombustibili, come l’acciaio e l’alluminio,  al riciclo ed alla minimizzazione degli scarti.  L’azienda è inoltre impegnata nella riduzione costante dell’utilizzo della plastica negli imballi, composti da cartone riciclabile e  dalle dimensioni sempre più contenute.

Saper fare e Tecnologia

EMU compie ogni giorno grandi passi in avanti nella continua ricerca tecnologica e stilistica. Tradizione ed evoluzione si uniscono verso un nuovo senso dell’abitare, grazie all’utilizzo di material mix innovativi e al costante investimento in alta tecnologia e automazione, come le isole robotizzate di saldatura e finitura. Una visione ambiziosa, che si palesa all’interno del Design&Simulation Center, centro di ricerca che ha lo scopo di dare impulso alle attività di sviluppo dell’attuale reparto di progettazione, in uno spazio dove tecnici e designers possano trovare ispirazioni per la continua evoluzione di processi e prodotti. Il forte desiderio dell’azienda di proiettarsi sempre verso il futuro è alimentato anche dal proficuo scambio di idee con giovani menti, reso possibile dal profondo rapporto di collaborazione con Università e Centri di Design nazionali ed internazionali.

Dicono di noi

Io ho ancora un tavolo, 4 sedie, 2 sdraio e un carrello tutto in legno verniciato di bianco comprati fine anni 70.

G. Z.

Uno dei modelli più belli della collezione EMU è quello che ho scelto per la mia terrazza. Detto da un professionista! Modello dal design di precisione firmato da J. Nouvel per la showroom della nostra consociata RBC di Montpellier.

J. C. R.

Abbiamo un tavolo Athena e ne siamo molto soddisfatti! Estremamente robusto e con la prolunga integrata, insomma, il top!

C. W.

Sdraio belle e comode. L’anno scorso le ho rinnovate dopo 25 anni. Colori bellissimi!

I. F.

Ho avuto il piacere di vendere e possedere per anni i vostri prodotti che sono fantastici e resistenti
nel tempo, complimenti!

M. F.

Molto bello e di ottima qualità. Lo so perché lo vendevo
quando lavoravo a Leroy Merlin negli anni ‘80.

G. H.

Adoro i vostri salotti da giardino. Ne ho acquistati due,
uno per me e uno l’ho regalato. Belli e indistruttibili!

A. M.

Ho l’arredo da giardino da anni ed è ancora integro!

V. S.

Acquistati tavolo, poltroncine, cuscini, sedie e due sdraio per esterni
nel 1987, è tutto come nuovo!

A. M. I.

Ho acquistato una sdraio Snooze e sono talmente soddisfatta che ne acquisterò altre tre. Il colore
che ho scelto è il color beige.

R. P.

Io ho un tavolo e 6 sedie in giardino da ben 12 anni, in inverno non copro e sono in perfetto stato..
abito a Varese.. prodotto eccellente e consiglio!

G. B.

Ho comprato 4 sedie nel 1984, sono state in giardino a Roma fino al 2005 che mi sono trasferita in Piemonte.
Ora sono in veranda e sono ancora perfette!

V. Z.

È tutto vero. Ho delle poltroncine da giardino, eternamente fuori da anni, non hanno fatto una
piega.

R. I.

Una garanzia

P. M.

Un marchio eccellente

F .M.

Adoro questo marchio: oltre ad essere molto elegante, è estremamente resistente.

P. L.-H.

Qualità senza ombra di dubbio. Proprio oggi mi sono disfatta di due sedie e un divanetto EMU
acquistati nel 1983 e rimasti sempre all’aperto.

G. G.

Io ho sedie e tavolo grigi. Eccezionali, resistono a tutto!

M. S.

Capolavori eterni… vista la comprovata qualità!

R. M.

Ho acquistato i vostri prodotti più di 12 anni fa e sono ancora perfetti!

R. C.

La raffinatezza all’italiana!

R. M.

Le vostre creazioni sono eccellenze

R. T.

4 sedie da esterno EMU acquistate 20 anni fa, sono sempre state fuori intorno al tavolo da pranzo 365 giorni l’anno, puliti con acqua e sapone forse solo una volta a inizio estate. Ancora COME NUOVO. Per me questa è una grande prova di un prodotto eccellente. Complimenti!

L. B.